Bruxismo. I rimedi più efficaci in farmacia

Aprile 9, 2021
Aprile 9, 2021 admin
Condividi nei tuoi Social

I rimedi contro il bruxismo possono essere diversi, sia naturali che più strettamente legati a cure mediche e dentistiche. Se soffri o pensi di soffrire di questo disturbo, sicuramente ne riconosci i sintomi e le caratteristiche.

Il bruxismoè un disturbo poco conosciuto e spesso sottovalutato, anche se negli ultimi anni si è diffuso notevolmente. Il motivo riguarda probabilmente il nuovo stile di vita dell’Occidente, frenetico e così ricco di stress.

Si tratta di una contrazione involontaria dei muscoli facciali, che normalmente usiamo per masticare. La contrazione ci fa digrignare i denti oppure ci porta a serrare con forza la mascella.

Questo disturbo determina conseguenze non di poco conto. Se vuoi sapere quali sono, come evitarle e come contrastare il bruxismo con rimedi naturali, continua a leggere l’articolo.

Bruxismo notturno: quali sono le cause?
Questo disturbo si presenta più frequentemente di notte, ma esistono numerosi casi e rimedi anche per il bruxismo diurno.

Il bruxismo può essere così rumoroso e fastidioso, che molto spesso i primi ad accorgersene sono le persone che dormono con noi.

Sono stati effettuati numerosi studi sulla patologia, ma non è stato possibile definire una causa principale, piuttosto una serie di fattori che concorrono tra loro a generare questo disturbo:

Malocclusione dentaria, ovvero quando le due arcate non sono correttamente allineate;
Ansia;
Disturbi del sonno;
Stress;
Alcool;
Droghe;
Caffeina;
Malattie degenerative di cui il bruxismo rappresenta una manifestazione a livello muscolare;
Problemi emotivi.
Quando il bruxismo si presenta nei bambiniinvece, potrebbe essere in concomitanza a otite o mal di denti, come una sorta di tentativo inconscio di placare il dolore.

Naturalmente le motivazioni e le cause, specie nella fase dell’infanzia, potrebbero essere di altra natura. Per questo motivo nella ricerca di rimedi per contrastare il bruxismo nei bambini, è sempre meglio rivolgersi ad un medico specializzato.

Diagnosticare questo disturbo non è complesso, infatti, come vedremo nei prossimi paragrafi, la sintomatologia è molto chiara e le indagini diagnostiche poche ed esaustive.

Bruxismo: sintomi fisici principali
Come abbiamo accennato, il bruxismo ha due tipologie principali di manifestazione, ma non sono le uniche. Si parla infatti di bruxismo quando:

Si digrignano i denti e si serrano in maniera statica;
C’è contatto dentale ma senza movimento alcuno: questo è considerato uno stato iniziale del bruxismo;
I muscoli della mandibola sono serrati, ma senza alcun contatto dentale.
Questi sono campanelli d’allarme molto importanti a cui prestare attenzione, perché in condizioni normali di riposo le arcate dentarie non dovrebbero mai entrare in contatto.

Naturalmente, ognuna di queste manifestazioni determina una serie di conseguenze più o meno fastidiose, di cui parleremo più avanti.

Come fare per capire se si soffre di bruxismo? Fai attenzione alla comparsa di questi sintomi e, ovviamente, rivolgiti al tuo dentista:

Dolori diffusi ai muscoli che sono coinvolti nella masticazione;
Mal di testa frequente;
Lesioni e graffi ad uno o più denti;
Aumento della sensibilità dentale;
Perdita dello smalto.
Ribadiamo che, seppur più frequente, il bruxismo non si verifica soltanto di notte. Le cause del bruxismo diurno sono più che altro riconducibili allo stress e a condizioni di nervosismo e, nonostante la persona sia sveglia, molto spesso non si rende conto di compiere questo gesto.

I dentisti molto spesso riescono a diagnosticare questo problema anche solo con una semplice visita di controllo. In caso contrario sarà sufficiente una ortopanoramica.

Ora che abbiamo individuato le cause principali e i sintomi con cui si manifesta, vediamo quali sono i rimedi e le terapie più efficaci per contrastare il bruxismo e capire come smettere una volta per tutte di ‘’bruxare’’.

Contrastare il bruxismo: quale terapia adottare?
Come sicuramente avrai capito, oltre ad essere un disturbo fastidioso e rumoroso per chi ci sta accanto, il bruxismo ha delle conseguenzepiuttosto serie per i nostri denti e il nostro corpo in generale.

Per quanto riguarda i denti, questa patologia può causare:

Scheggiature;
Incrinature;
Rotture.
Specifichiamo però, che casi davvero gravi di usura dentale si verificano solo dopo molti anni. Inoltre, il bruxismo incide negativamente anche su lavori odontoiatrici, perché potrebbero non andare a buon fine proprio a causa dei danni dentali.

Interessando i muscoliimplicati nella masticazione, questo disturbo può causare dolori di varia entità localizzati sul volto e sulla testa. Molti mal di testa, specie se a livello delle tempie, possono infatti essere ricondotti all’eccessiva attività dei muscoli temporali.

Anche le spalle e il collo possono essere coinvolti, poiché neanche durante la notte diamo modo a questi muscoli di riposare e rilassarsi.

Per finire, altre conseguenze possono essere i disturbi del sonno e i problemi a carico delle articolazioni temporo- mandibolari, che si manifestano con dolore acuto, rumori e click alla mascella.

Quali possono essere gli accorgimentiper evitare o alleviare tutte queste tipologie di disturbi?

A parte l’utilizzo del bite, che come vedremo più avanti rientra nei trattamenti prettamente medici, ci sono terapie più ‘’naturali’’ volte maggiormente alla prevenzione e ad alleviare i sintomi principali:

Se la causa è lo stress, ricorrere a tecniche di rilassamento, come il training autogeno;
Prenditi del tempo per te stesso, dedicati ad attività che possano giovare alla muscolatura, come pilateso yoga;
Se invece pensi che la causa possa essere ansiosa, valuta la possibilità di rivolgerti ad uno psicologo.
Purtroppo, i farmaci raramente aiutano in questi casi, a meno che il disturbo non derivi proprio dal dosaggio sbagliato di alcuni tipi di farmaci. In quel caso, il tuo medico deciderà se cambiare il dosaggio o addirittura il tipo di medicinale.

Bruxismo: quali rimedi troverai in farmacia
Come abbiamo appena specificato, purtroppo non in tutti i casi i medicinali rappresentano una soluzione efficace contro questo disturbo.

Per evitare che i denti si usurino e per rilassare la muscolatura, la soluzione più adatta contro il bruxismo è l’utilizzo del bite notturno. Si tratta di un paradenti realizzato sull’impronta dentale del paziente.

In alternativa, puoi trovare numerosi tipi di bite per bruxismo in farmacia, sia per l’arcata superiore che per quella inferiore, che in pochi minuti è possibile adattare alla propria dentatura.

In aggiunta a questo, il tuo medico potrebbe decidere di ricorrere a miorilassanti peralleviare la tensione muscolare causata dal bruxismo.

, ,